Archivi autore

emilianodisumma

25 y.o. Trieste (Italy), nature and art lover. If you are here to feel something, this is the right place.

Il festival Triskell: tra tradizione, musica e magia

Giunto alla sua 19° edizione, il festival celtico Triskell si conferma una importante realtà culturale che trova sempre maggiore consenso, capace di avvicinare la popolazione all’antica tradizione celtica, ai suoi culti ed alla sua musica. Da neofito ho esplorato il festival intervistando Barbara, tra gli organizzatori dell’evento. Nella […]

L’arte da parte: il caso Banksy

L’idea persistente del culto dell’immagine nella società moderna è alla base dei suoi molteplici aspetti, come il rapporto tra pubblico e artista. Questo in particolare è ricco di controversie in quanto l’importanza di un’opera raramente è correlata al suo significato ma più spesso dipende dal nome dell’autore che […]

Una Vita di Poesia: Charles Baudelaire

                                    “Quando si ha un figlio come me non ci si risposa” Da una lettera di Charles alla madre Charles Baudelaire è tra gli artisti più enigmatici e controversi, noto per i suoi vizi, le sue poesie e la fama d’essere maledetto. Ma cosa si nasconde dietro la […]

Una Vita di Poesia: Agota Kristof

Vivere Nascere Piangere succhiare bere mangiare dormire aver paura Amare Giocare camminare parlare andare avanti ridere Amare Imparare scrivere leggere contare Battersi mentire rubare uccidere Amare Pentirsi odiare fuggire ritornare Danzare cantare sperare Amare Alzarsi andare a letto lavorare produrre Innaffiare piantare mietere cucinare lavare Stirare pulire partorire […]

Un filtro d’amore per Lucrezio

“Quando la vita umana sotto gli sguardi turpemente giaceva nel mondo schiacciata sotto la superstizione oppressiva che mostrava la testa dalle regioni del cielo incalzando dall’alto i mortali col suo orribile aspetto, per la prima volta un uomo greco osò sollevare contro gli occhi mortali e per primo […]

La caduta di Parini (e la sua risalita)

In che modo Parini, poeta impegnato e pregno di impegno civile, può mostrarci cosa fare in un tempo in cui il rapporto tra società e poeta si è quasi del tutto slacciato? «Va per negletta via Ognor l’util cercando La calda fantasïa, Che sol felice è quando L’utile […]